Produttore 4.0: definire gli standard del XXI secolo

In qualità di produttore 4.0 leader del settore, Prysmian ha costruito un ambiente stimolante che permette agli ingegneri di affinare le proprie capacità, ottimizzare la crescita professionale, e raggiungere il loro completo potenziale – dentro e fuori dai nostri stabilimenti

Il termine industria 4.0 descrive la trasformazione della produzione manifatturiera avvenuta in seguito all’introduzione dei processi di automazione e digitalizzazione. Fin dalla sua nascita Prysmian è stata in prima linea nel seguire questa tendenza, creando l’ambiente ideale per costruire un’entusiasmante carriera ingegneristica. L’iniziativa Factory 4.0 del Gruppo Prysmian mira a creare stabilimenti intelligenti basati su due elementi chiave: i dati e le competenze delle persone. Questi stabilimenti trasformano i processi digitali che permettono di semplificare e ottimizzare continuamente la produzione, con conseguenti maggiore efficienza e riduzione dei costi che agevolano direttamente anche i clienti.

Una “fabbrica intelligente” è un luogo in cui i sistemi digitali monitorano e gestiscono i processi fisici, creando una copia virtuale del mondo materiale, introducendo la rivoluzione dell’Internet of Things, l’internet delle cose, all’interno del sistema di produzione.

Il Gruppo Prysmian ha sviluppato nuovi sistemi e tecnologie, con più di 4.000 brevetti registrati, e ha valorizzato le proprie risorse umane, attraendo i migliori professionisti disponibili sfidandoli a raggiungere nuovi e più ambiziosi risultati.

Il Gruppo Prysmian si sta ora muovendo verso nuovi orizzonti: dall’utilizzo di droni per l’amministrazione dell’inventario alle applicazioni in realtà aumentata.

Sono stati fatti anche progressi notevoli nell’individuazione di nuove applicazioni per le tecnologie esistenti: “Sono convinto che gli ologrammi potrebbero ricoprire un ruolo centrale nella formazione del personale coinvolto. Durante i prossimi mesi, il nostro Innovation Lab analizzerà più da vicino questo argomento futuristico” ha dichiarato Stefano Brandinali, Global CIO del Gruppo Prysmian. “Valuteremo anche se i chat-bot siano in grado di migliorare la performance dei nostri call center”.

In qualità di produttore 4.0 leader del settore, Prysmian ha costruito un ambiente stimolante che permette agli ingegneri di affinare le proprie capacità, ottimizzare la crescita professionale, e raggiungere il loro completo potenziale – dentro e fuori dai nostri stabilimenti.

“Per quanto riguarda Smart Office e lavoro, abbiamo appena trasferito il nostro intero Quartier Generale in una nuova sede dotata delle più avanzate tecnologie ecocompatibili, che evidenzia l’importanza del fattore umano e sostiene i pilastri della trasformazione digitale: postazioni lavorative senza carta, collaborazione e lavoro di squadra, digitalizzazione di spazi e strumenti”.

Nel 2017, Prysmian si concentrerà sullo sviluppo di un nuovo sistema di controllo MES (Manufacturing Execution System), che riguarderà l’Internet degli oggetti (IoT), con l’obiettivo a lungo termine di ottimizzare i processi di produzione ed entrare all’interno del settore dei Big Data.

“Abbiamo fondato l’Innovation Lab, un generatore di idee all’interno del dipartimento ICT, con l’obiettivo di esplorare nuove soluzioni tecnologiche per stimolare e accompagnare la trasformazione digitale con la creazione di nuove idee”, ha precisato Brandinali.

Le attività dell’Innovation Lab saranno complementari a quelle della funzione R&D, con il sostegno del Lab alla contaminazione digitale, all’esplorazione e al coinvolgimento di startup attraverso nuovi sistemi del modello di Open Innovation outside-in/inside-out.

VISITA IL NOSTRO SITO

2017-05-04T07:43:02+00:00