TECNONEWS

Come facilitare la diagnostica delle reti wireless grazie alla replica dell’esperienza utente tramite l’uso di transazioni sintetiche

Quando si pensa a sistemi software di “System Management” e in particolare a quelli più orientati agli ambienti di rete, vengono in mente nomi quali HP OpenView/HP BTO/HPE OneView, IBM Tivoli, CiscoWorks, SolarWinds, Nagios, Zabbix.

Alcuni di questi sistemi sono abbastanza recenti, altri pur avendo cambiato nome più volte, hanno le loro radici nell’ultimo decennio dello scorso secolo. Le funzioni di gestione di questi ambienti sono evolute con il cambio dei paradigmi informatici, passando dal client/server, al web, al cloud, al “Software Defined”, ma le loro funzioni di monitoring sono rimaste basate su SNMP (RFC del 1988) e le capacità di diagnostica delle reti su NetFlow (introdotto da Cisco nel 1996).

Questo articolo è presente sul numero n.3 Luglio-Ottobre 2019 della rivista Cabling&Wireless

Per saperne di più registrati sul sito per accedere alla rivista completa …

REGISTRATI ADESSO!